WELCOME TO INVALUABLE
Be the first to know about
the latest online auctions.
Please enter a valid email address (name@host.com)
Sign Up »
PS: We value your privacy
Thank you!
 
 
Want to learn more
about online auctions?
Take a Quick Tour »
 
Invaluable cannot guarantee the accuracy of translations through Google Translate and disclaims any responsibility for inaccurate translations.
Show translation options

Lot 66: An albarello vase, Montelupo, first half of the 16th century

Majolica

by Cambi Casa d'Aste

October 25, 2016

Genoa, GE, Italy

Live Auction
Past Lot
  • An albarello vase, Montelupo, first half of the 16th century
  • An albarello vase, Montelupo, first half of the 16th century
Looking for the realized and estimated price?

Description: Maiolica Altezza cm 23 Conservazione: piccole lacune alla bocca e alla base Provenienza: collezione privata , Albarello a parete cilindrica piuttosto rastremata sulla zona mediana, base carenata con piede accennato, bocca ampia con orlo appena estroflesso. Sulla zona mediana, all’interno di un ampio cartiglio orizzontale, è tracciata l’indicazione farmaceutica “CONF. ANACARDA”; sulla restante superficie si dispongono delle foglie accartocciate rincorrentesi. Dipinto in arancio, blu e verde. Quest’opera, come la precedente, nella sua veste decorativa è tipica espressione della vasta produzione di Montelupo che assume una vasta standardizzazione produttiva nella prima metà del ‘500. Il motivo della “foglia accartocciata” si sviluppa all’interno del repertorio floreale-gotico italiano, particolarmente attraverso le cornici della minitaura settentrionale italiana, ed è composto essenzialmente da una o più foglie che tendono a ripegare su se stesse, disposte solitamente attorno ad un talamo centrale, e spesso in associazione con minuti motivi di spiralette, girali, puntini, rosette di gusto moresco1. Fausto Berti suggerisce di denominare tale classe decorativa “floreale evoluta”, che si manifesterà in forme simili anche nella sua fase più matura, registrando il suo declino dagli anni ‘40 del secolo2. Il medicamento indicato sul cartiglio si riferisce alla “Confezione anacardina”; poiché si reputava che gli anacardi potessero aiutare a recuperare e giovare alla memoria, era detta anche “Confettione dei Sapienti” 3. 1RAVANELLI GUIDOTTI 1988, pp.100- 103. 2BERTI 1998, p. 114. 3DONZELLI 1704, p. 257.

Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
 
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
 
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)