WELCOME TO INVALUABLE
Be the first to know about
the latest online auctions.
Please enter a valid email address (name@host.com)
Sign Up »
PS: We value your privacy
Thank you!
 
 
Want to learn more
about online auctions?
Take a Quick Tour »
 
Invaluable cannot guarantee the accuracy of translations through Google Translate and disclaims any responsibility for inaccurate translations.
Show translation options

Lot 320: Gioia Melchiorre. Filosofia della statistica... Milano: Editori degli Annali universali delle scienze e dell'industria, 1829-1830.

Libri Antichi e Rari

by FORUM AUCTIONS IN ITALY

October 27, 2016

Rome, RM, Italy

Live Auction
Sold
  • Gioia Melchiorre. Filosofia della statistica... Milano: Editori degli Annali universali delle scienze e dell'industria, 1829-1830.
  • Gioia Melchiorre. Filosofia della statistica... Milano: Editori degli Annali universali delle scienze e dell'industria, 1829-1830.
Looking for the realized and estimated price?

Description: Gioia Melchiorre. Filosofia della statistica... colle notizie storiche sulla vita e sulle opere dell'autore. Milano: Editori degli Annali universali delle scienze e dell'industria, 1829-1830. Quattro volumi in-8° (mm 220x137). Pagine [2], XXXII, 328; 400; 400; 708. Ritratto dell'Autore all'antiporta del primo volume, disegnato e inciso da Giovanni Rados. Splendido esemplare con barbe, sporadiche lievi arrossature. Legatura coeva uniforme in mezzo marocchino bruno con angoli, piatti in percallina verde; dorso decorato da squame di pesce impresse in oro con stelline; titolo e numero di tomo impressi in oro su tasselli in marocchino rosso. Segnalibro in seta verde. Splendido esemplare della prima edizione accresciuta di questo studio fondamentale, che rappresenta anche una delle prime opere italiane di statistica, dopo la pubblicazione degli Elementi dell'arte statistica di Luca de Samuele Cagnazzi (vedi lotto). Originariamente pubblicata da Giovanni Pirotta nel 1826, l'opera descrive la statistica quale strumento imprescindibile per la raccolta e per la classificazione dei fatti: "Il Gioia proclama compito principale della statistica la deduzione dei risultati dei fatti che ella osserva. Fedele a questo principio, egli divide la sua Filosofia della statistica in due parti: la prima espone i sintomi dello stato delle nazioni e contiene il Discorso elementare sull'indole, sull'estensione, sui vantaggi della statistica; la seconda accenna le cause dello stato delle nazioni... Non pertanto l'autore riduce la filosofia della statistica ad una semplice metodologia applicata alla formazione e allo studio della statistica, definendola la cognizione ragionata delle norme generali per ricercare, delle fonti a cui attingere, dei sintomi per riconoscere, dei principi per giudicare, degli usi a cui servono gli elementi relativi allo stato delle nazioni..." (A. Gabaglio, Teoria generale della statistica, Milano, 1888, I, pp. 96-101). Einaudi, 2570; Kress Italian, 885. Four volumes. 8° (220x137 mm). [2], XXXII, 328; 400; 400; 708 pages. Portrait of the author on the frontispiece of the first volume, drawn and engraved by Giovanni Rados. Amazing copy, uncut, few light foxing. Contemporary brown half-morocco, green percalline on the covers; spine decorated with gilt-tooled fish scales and stars. Title and number of the volume gilt-tooled on red morocco littering pieces. Green silk bookmark. Amazing copy of the first edition enriched by this fundamental study, representing one of the first italian work of statistic, after the publication of the Elementi dell'arte statistica di Luca de Samuele Cagnazzi (see lot). First published by Giovanni Pirotta in 1826, the work describes the statistica as essential tool for the collection and for the classification of the facts: "Il Gioia proclama compito principale della statistica la deduzione dei risultati dei fatti che ella osserva. Fedele a questo principio, egli divide la sua Filosofia della statistica in due parti: la prima espone i sintomi dello stato delle nazioni e contiene il Discorso elementare sull'indole, sull'estensione, sui vantaggi della statistica; la seconda accenna le cause dello stato delle nazioni... Non pertanto l'autore riduce la filosofia della statistica ad una semplice metodologia applicata alla formazione e allo studio della statistica, definendola la cognizione ragionata delle norme generali per ricercare, delle fonti a cui attingere, dei sintomi per riconoscere, dei principi per giudicare, degli usi a cui servono gli elementi relativi allo stato delle nazioni..." (A. GABAGLIO, Teoria generale della statistica, Milano, 1888, I, pp. 96-101). EINAUDI, 2570; KRESS Italian, 885.

Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
 
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
 
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)